È stato accolto come si fa per un personaggio della tv con un gruppo di turisti che ha «preteso» il classico autografo. Accompagnata dalla pioggerella, è iniziata ieri la duegiorni isolana di Massimo D'Alema. Questa volta però la presenza sull'isola dell'ex presidente del Consiglio e della moglie Linda Giuva non è legata soltanto a una parentesi vacanziera ma riveste un carattere istituzionale. Infatti, questa mattina nel Palazzo Municipale di Anacapri, D'Alema «diventerà» Ufficiale di Stato Civile (su incarico del sindaco di Anacapri Francesco Cerrotta, ben felice di cedergli la fascia tricolore) e unirà in matrimonio la coppia di amici Salvatore Di Fede e Vera Manacorda.
L'arrivo di D'Alema al porto ieri mattina ha richiamato l'attenzione dei primi turisti pendolari che scendevano da traghetti e da aliscafi.
Una piccola folla che ha bloccato D'Alema sul molo chiedendogli l'autografo o di posare con il gruppo perla rituale fotoricordo. Un souvenirtrofeo da esibire agli amici al rientro a casa. A sottrarre il presidente dei Ds alla folla di curiosi ci ha pensato il suo amico Paolo Signorini, l'ex campione e fedele compagno di veleggiate intorno all' Isola che attendeva l'arrivo di D'Alema sul molo. Per salire in Piazzetta poi il terzetto ha utilizzato il pullmino dell'albergo, il Cesare Augusto di Anacapri, dove D'Alema e sua moglie trascorreranno il fine settimana. E prima di raggiungere il "buen retiro" anacaprese, D'Alema ha voluto fermarsi nella raffinata galleria-libreria «La Conchiglia» per salutare gli amici Ausilia e Riccardo Esposito. Un'altra tappa poi per D'Alema, che sfoggiava una polo bianca sotto un più severo abito scuro, è stata la boutique di Roberto Russo dove ha «rinverdito» il proprio guardaroba dandogli un tocco di toni e colori consoni all'isola Azzurra. Ovviamente, ogni capo, dai pullover ai pantaloni, dalle camicie alle tshirt, ' stato sottoposto al giudizio e ai consigli della signora linda.
Una volta raggiunta piazzetta Quisisana D'Alema è stato nuovamente fermato da gruppi di gitanti che gli hanno chiesto la fotoricordo e l'ex premier. che solitamente evita i paparazzi, non ha saputo dire no al vacanziere pendolare.